Mongolia invernale: aquile, laghi ghiacciati e sciamanismo delle origini

Un’avventura indimenticabile nel cuore del mondo immaginale, in una terra profondamente legata all’esperienza di SCW.

Per la prima volta in assoluto, Voyagesillumination propone un itinerario invernale per scoprire una Mongolia estrema, autentica, ben aldilà delle vie comunemente battute. Il viaggio ci porterà sulle mistiche sponde del lago Khovsgol, nella Mongolia nordorientale. È proprio sulle sponde di questo enorme lago, completamente ghiacciato al punto di poterlo attraversare in macchina durante l’inverno, che si tiene ogni anno uno dei più grandi festival di scultura nel ghiaccio al mondo. L’inverno freddo ma secco della steppa è anche il periodo dell’anno in cui i nomadi praticano l’antica tradizione della caccia con l’aquila. Con temperature fino a 40 gradi sottozero, alloggeremo nelle tradizionali gher mongole, tende isolate da spessi strati di feltro tradizionalmente utilizzate dai nomadi mongoli.

In questa cornice assolutamente unica il nostro gruppo avrà l’opportunità di conoscere le tradizioni spirituali dei mongoli Darkhad. Questa popolazione, che abita una delle regioni più remote della Mongolia, è conosciuta in tutto il Paese per la sua devozione ad una forma di sciamanismo estremamente pura ed uno stile di vita ancora radicato negli eterni cicli della natura e nell’animismo. Il nostro gruppo avrà l’occasione unica di svolgere degli incontri, consultazioni personali e cerimonie con uno sciamano Darkhad, come anche degli sciamani di altre etnie mongole.

Il gruppo sarà accompagnato da Michelangelo (antropologo esperto di Asia centrale) e Dasha (collaboratrice stretta di SCW), che proporranno durante l’intera durata del viaggio, un programma di lezioni sullo sciamanismo e pratiche meditative atte a completare gli incontri in loco e contestualizzarli nella più ampia tradizione immaginale. Scopri le biografie di Michelangelo e Dasha.

Quota individuale di partecipazione a pensione completa: € 3.250

In virtù del visto e delle pratiche burocratiche da svolgere, che possono richiedere un paio di mesi, vi preghiamo di iscrivervi al più presto.

La partecipazione al viaggio è a numero chiuso ed è subordinata ad un colloquio preliminare.

Per iscriversi, inviare un’email a scw@selenecalloniwilliam.com

N.B. Il programma può subire variazioni

N.B. La quota di partecipazione può subire piccole variazioni legate al tasso di cambio e al numero dei partecipanti.

Prenota il viaggio versando 100 euro e firmando la scheda tecnica.  Dopo avere versato 100 euro e firmato la scheda hai 14 giorni per ripensarci, trascorsi i quali ti fisseremo il colloquio con Selene. I 100 ero per la prenotazione li potrai dedurre dalla prima rata che verserai per il viaggio, se, invece, rinuncerai al viaggio dopo il colloquio, non ti verranno restituiti ma andranno a coprire le nostre spese d’ufficio e segreteria.

Per qualsiasi ulteriore domanda contatta la nostra segreteria.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Le iscrizioni sono aperte fino al 15/12/2022.
L’itinerario indicato nel programma potrebbe subire variazioni per necessità di organizzazione/sicurezza.
L’Associazione di  Nonterapia declina ogni responsabilità per i percorsi che saranno tenuti a cavallo, non sarà responsabile per eventuali infortuni ed incidenti, il partecipante rinuncia sin d’ora a richieste risarcitorie.

L’Associazione di Nonterapia informa che saranno osservate le regole di comportamento anticovid in vigore nei paesi di soggiorno, declina ogni responsabilità per possibili contagi, sanzioni e limitazioni.

MODALITÀ DI PAGAMENTO

Per garantire la partecipazione al viaggio è necessario versare il 50% dell’intera quota entro e non oltre il 16/12/2022; il saldo deve avvenire entro e non oltre il 01/02/2023.

MODALITÀ DI RECESSO

Per le disdette ricevute fino al 31/12/2022 sarà trattenuto il 25% della quota versata;
Per le disdette ricevute dal 01/01/2023 fino al 31/01/2023 sarà trattenuto il 50% della quota versata;
Per le disdette ricevute dal 01/02/2023 fino al 15/02/2023 sarà trattenuto l’80% della quota versata
Per disdette successive sarà trattenuta l’intera quota.

LA QUOTA INCLUDE

  • Guida interprete parlante italiano
  • Biglietti ferroviari interni
  • Trasporto in loco con autista e carburante
  • Pernottamento in alberghi in camera doppia
  • Ghercamp gher uso doppia
  • Pensione completa tranne a Ulaanbaatar
  • Preparazione pasti durante il viaggio a cura della guida
  • Ingressi musei, monasteri, parchi nazionali se previsti dal programma
  • Tasse locali

LA QUOTA NON INCLUDE

  • Bevande fuori e durante i pasti o consumate dal minibar (dove presente)
  • Pasti non indicati nel programma (room service) pasti in ristoranti diversi dal programma
  • Mance (facchinaggio) escursioni facoltative ed eventuali esigenze di carattere personale
  • Noleggio cavalli o cammelli
  • Visto mongolo necessario per l’ingresso nel paese
  • Biglietteria aerea
  • Tasse aeroportuali
  • Supplemento peso extra su voli nazionali ed internazionali
  • Assicurazione viaggio
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella presente e alla voce “la quota include”
  • Possibili doni agli sciamani

PROGRAMMA

25 febbraio – 7 marzo 2023

 Giorno 1: Partenza. Volo per Ulaanbaatar. Arrivo il mattino seguente.

Giorno 2: Ulaanbaatar e partenza per Erdenet 400 km. Arrivo e Incontro con la guida e presentazione del programma di viaggio. Visita del monastero di Gandan, il principale della Mongolia costruito circa 300 anni fa, ascesa alla collina Zaisan, da dove si gode un bellissimo panorama sulla città e delle colline circostanti e si trova una enorme statua di Buddha, e visita del Museo di Bogd Khan, il palazzo invernale dell’ultimo imperatore-lama.  Nel pomeriggio partenza con il treno in direzione della città mineraria di Erdenet. Pernottamento in scompartimento da 4 cuccette.

 

Giorno 3: Erdenet – Monastero di Amarbayasgalant – città di Bulgan 180 km. Arrivo ad Erdenet, e dopo la colazione ci si dirige verso Amarbayasgalant, circa 2 ore, il “monastero della felicità tranquilla”, è uno dei pochi rimasti quasi completamente intatti, nonostante sia stato saccheggiato. Costruito nel XVIII secolo per ospitare le spoglie di Zanabazar, un importante religioso, il suo stile è quasi esclusivamente cinese. Il colore ocra di questa sontuosa successione di templi contrasta con la natura e le montagne boscose che fanno da sfondo. Seminario di introduzione sullo sciamanismo e meditazione di “apertura del cerchio”. Pernottamento in albergo.

Giorno 4: Bulgan – Città di Murun 342 km. Meditazione mattutina e discussione sullo sciamanismo condotta da Dasha e Michelangelo. Partenza per la città di Murun, capoluogo della regione di Khuvsgul. Visita del piccolo museo locale. Pernottamento in albergo.

Giorno 5: Murun- paese di Khatgal sul lago Khuvsgul- incontro con uno sciamano di etnia Darkhad. Dopo la colazione, si parte su una comoda strada asfaltata alla volta del paese a sud del grande mare mongolo la giornata è dedicato incontro con uno sciamano nero di etnia Darkhad, questo esperto sciamano e molto famoso nella zona.

Giorno 6: Lago Khuvsgul – festa del ghiaccio. In mattinata si parte per il lago che dista 100km. Alle 10 di mattina si svolge la grande cerimonia di apertura del Festival del Ghiaccio e la prima parte della maratona di pattinaggio. Si potrà assistere al rito sciamanico sacrificale per la ‘Regina delle Acque’ del lago e per il ‘Re dei Monti’ che lo circondano. Nel primo pomeriggio seguirà una competizione di guida di automobili su ghiaccio. In serata ci tiene uno spettacolo dedicato ai costumi nazionali e all’arte tradizionale. Pernottamento in gher.

Giorno 7: Secondo giorno di festival del ghiaccio e nel pomeriggio ritorno a Murun. Incontro con sciamano in serata.

Giorno 8: Murun – Erdenet.  In mattina si parte in direzione di Erdenet, la seconda città, per grandezza della Mongolia, famosa per la sua miniera a cielo aperto di rame. Nel pomeriggio partenza con il treno notturno per Ulaanbaatar.

Giorno 9: UlaanbaatarParco del Bogd uul – Festa delle aquile – Arrivo in mattinata e spostamento al Parco del Bogd uul a circa 30 km dalla capitale, per la Festa delle Aquile e nel pomeriggio si torna ad Ulaanbaatar. Discussione sullo sciamanismo di città condotta da Michelangelo e sessione domande e risposte per elaborare le esperienze degli ultimi giorni. Pernottamento in hotel.

Giorno 10: Incontro con uno sciamano urbano. Questa giornata e dedicata all’incontro con uno sciamano, che opera in città, si andrà nella sua abitazione per conoscerlo, parlargli e capire l’evoluzione urbana dello sciamanismo. Alla sera, meditazione per la “chiusura del cerchio” condotta da Dasha.

Giorno 11: Volo di rientro.