Amo ergo sum

Amo ergo sum

(ONLINE) Urban Enlightenment – Modulo Arancione e acquamarina dal 9 al 12 dicembre 2021

 390,00

E’ un’esperienza intensa in cui potrai conoscere e sperimentare in modo molto approfondito la mindfulness immaginale, le potenti pratiche della regressione e progressione evocativa immaginale e lo Shinrin Yoku, l’immersione nei boschi.

 

Urban Enlightenment – Modulo Arancione – Modulo acquamarina dal 9 al 12 dicembre 2021

Questo corso comprende il Modulo Acquamarina, focalizzato sulla Mindfulness e il Modulo Arancione, focalizzato sulla Deprogrammazione creativa

Costituisce  un percorso di sviluppo della consapevolezza e dell’attenzione cosciente attraverso la Mindfulness, di pacificazione delle immagini attraverso la regressione evocativa e di unione profonda con la natura attraverso lo shinrin-yoku.

Il corso rilascia crediti per la Scuola di Mindfulness Immaginale, per la Scuola di Deprogrammazione creativa, Filosofia dei viaggi nel tempo e per il percorso formativo in Forest Therapy Guide


SEMINARIO  IN DIRETTA ONLINE – Condotto da Selene Calloni Williams

LE ISCRIZIONI CHIUDONO MARTEDÌ 7 DICEMBRE alle 20

Il giorno prima dell’inizio del corso, riceverai una mail con le credenziali per accedere in diretta.

Una settimana dopo la fine del corso, riceverai le credenziali per accedere alle registrazioni in streaming


“Noi non abbiamo tanto bisogno di una terapia dell’uomo, quanto piuttosto di una terapia della cultura che liberi l’essere umano dai miti sociali di cui è prigioniero, riportandolo al respiro libero del mito naturale. Questo non solo gli consente di risanare le proprie emozioni, ma anche di realizzarsi in tutti i campi della vita, non ultimo, certo, quello del lavoro e delle finanze.

Anche l’emozione della povertà, della privazione è causata da un mito sociale che imprigiona la psiche in una specie di malvagio incantesimo. 

La libertà è raggiungibile con uno slancio del cuore che consente di andare, attraverso l’amore, al di là della paura, che il senso del bene e del male, della malattia e dell’impotenza alimentano nella mente e nel corpo.

Puoi fare il meraviglioso cammino attraverso i quattro stati evolutivi: vittimismo, manifestazione, canalizzazione e ierogamia, per mezzo delle regressioni alle vite passate ad approccio immaginale (viaggio nel tempo), la mindfulness immaginale e lo Shirin Yoku, il rituale di immersione nei boschi”.

Selene Calloni Williams

 

SIGNIFICATO E BENEFICI DELLA MINDFULNESS IMMAGINALE

La Mindfulness Immaginale pur essendo decisamente più spirituale e  vicina all’insegnamento originario del Canone Pali, della Mindfulness che viene dagli Stati Uniti, costituisce non già un passo indietro, bensì un passo ulteriore di avvicinamento della meditazione alla  psicologia e alla psicoterapia, perché contribuisce a porre chiarezza tra terapia e rituale, tra intervento anestetico ed esperienza estetica,  tra bisogno di controllo, gestione, potere, e capacità di darsi  nell’esperienza del sacro.

La  Mindfulness Immaginale è molto apprezzata non solo dagli assoluti  neofiti, ma anche da chi può già ritenersi esperto di meditazione. Chi conosce già la meditazione,  infatti, si ritrova nella Mindfulness Immaginale poiché essa mette molta  cura nel preservare l’aspetto intimo, spirituale, sacro, magico e  profondo della meditazione anche quando la porta in ambito scientifico.

SIGNIFICATO E BENEFICI DELLA REGRESSIONE E PROGRESSIONE IMMAGINALE – DEPROGRAMMAZIONE CREATIVA

La Deprogrammazione creativa aiuta a sciogliere i limiti che abbiamo ereditato e a superare i cosiddetti “obblighi d’amore inconscio” e le missioni compensatorie che abbiamo assunto nei confronti dei nostri avi.
Le vite passate sono davvero passate? La  sensazione che tutto accade adesso, tutto accade proprio adesso -per  dirla con Borges- ci aiuta a comprendere che il passato e il futuro non  sono tempi cronologici, come la mente vorrebbe che fossero. In realtà  sono possibilità della nostra coscienza. Il passato è la nostra  possibilità di perdonare e di pacificare, il futuro è la nostra  possibilità di creare. 

Siamo tanto più liberi di creare il nostro  futuro, quanto più abbiamo pacificato il nostro passato.  Tutte le immagini, gli eventi non pacificati tendono, infatti, a ripetersi e ci imprigionano in comportamenti auto sabotanti.
“Regredire” per “mettere a  posto”, sciogliere paure, convinzioni sabotanti e imparare a meditare è  il regalo più bello che possiamo fare a noi stessi.

SIGNIFICATO E BENEFICI DELLO SHINRIN YOKU

Il termine Shinrin-Yoku è stato coniato in Giappone nel  1982 da M. Tomohide Akiyama, allora direttore dell’ente forestale  giapponese, fa riferimento all’immergersi nella natura con i cinque  sensi.

Lo Shinrin. Yoku oggi è, a ragione, annoverato tra le terapie  preventive. Infatti l’immersione nella natura ha effetti terapeutici  comprovati in modi empirici e scientifici.

La tecnologia ha contribuito ad allontanare l’uomo dalla natura. Oggi  gli individui trascorrono gran parte del loro tempo davanti ad uno  schermo accumulando “tecnostress” che è, a tutti gli effetti, una  patologia. Lo stress fornisce terreno al formarsi di malattie anche gravi, come i tumori, il diabete, le malattie cardiocircolatorie.

Un “bagno di foresta” (questa sarebbe l’espressione più vicina al  termine Shinrin Yoku) ci consente di lavar via lo stress accumulato. È provato che l’immersione nei boschi e, più genericamente, il  contatto con la natura, è in grado di abbassare le concentrazioni di  ormone dello stress nel corpo, di rinforzare il sistema immunitario, di  regolare la pressione arteriosa e il battito cardiaco, di abbassare il  colesterolo. Non solo, la natura favorisce anche la cura di malattie  psicologiche come la depressione. Ci sono studi che indicano i benefici  della natura persino su schizofrenia e altre gravi turbe del  comportamento. Stare in contatto con la natura aiuta persino ad avere  una memoria migliore e dà più resistenza contro l’invecchiamento fisico e  mentale.

Poiché l’immersione nei boschi agisce in modi ormai provati sul  sistema immunitario potenziandolo, essa è da prendersi a tutti gli  effetti come una terapia preventiva a largo spettro.

I rituali legati allo Shinrin Yoku sono capaci di farti vivere una  vita più ispirata e favoriscono il ritrovamento dello scopo della vita e  della motivazione di avere successo e di conseguire i propri obiettivi.

L’uomo è biologicamente programmato per vivere nella natura. Nel 1984  il biologo americano E. O. Wilson ha coniato il concetto di “biofilia”  che tradotto letteralmente significa “amore per la vita”. Questo  concetto ci indica che il contatto con la natura è una esigenza  irrinunciabile dell’uomo.

Biologicamente parlando, il nostro organismo è assolutamente identico  a com’era quando vivevamo a contatto stretto con la natura. Ci siamo  allontanati dalla natura per vivere nelle città solo in tempi assai  recenti; da lì il nostro stile di vita si è radicalmente trasformato,  molte patologie prima sconosciute hanno fatto la loro comparsa.

Lo Shinrin Yoku, l’immersione nel bosco, ha dimostrato di essere  particolarmente utile per curare proprio quelle patologie che hanno a  che vedere con lo stress prodotto dalla vita nelle città.

In verità da tempi antichi l’uomo vede nella natura non solo una fonte di terapia, ma anche una maestra.

AVVERTENZA:

Le sedute, i corsi, i seminari, i ritiri e le conferenze offerte dagli operatori dell’Associazione di Nonterapia e nell’ambito dei percorsi di Imaginal Academy sono volte allo scopo della ricerca interiore, del problem solving e della crescita personale, non si sostituiscono al lavoro di medici e psicoterapeuti poiché non considerano, non trattano e non si pongono come obiettivo la risoluzione di patologie e sintomi di stretta pertinenza medico/sanitaria.