Carrello
Carrello

Energia e Armonia nello Yoga Integrale

L'autrice ti conduce in un affascinante viaggio interiore in cui all'esposizione delle tecniche dello Yoga si accompagna una costante indagine del loro significato più profondo

Dapprima vengono esposti i metodi di respirazione, di rilassamento e di interiorizzazione per apportare al corpo maggiore vitalità.

Successivamente viene illustrata la pratica della meditazione, grazie alla quale le energie vitali vengono liberate dalle tensioni e dalle disarmonie create dal nostro "abito mentale". Viene sviluppata così la capacità di accettare se stessi con un'apertura totale alla gioia di esistere.

***

Questo libro espone tecniche yoga di respirazione controllata, metodi di rilassamento e di concentrazione e procedimenti di interiorizzazione.

Le tecniche di respirazione controllata fanno parte di un'arte yoghica chiamata prànàyàma. I processi di rilassamento e di concentrazione sono più difficili da collocare. Alcuni li vedranno come sistemi della yoga-nidrà, altri come strumenti della meditazione. Ma questo non ha una grande importanza. I procedimenti di interiorizzazione che vengono presentati in questo libro mostreranno al lettore già iniziato allo Yoga un certo carattere di novità. Tali procedimenti vengono chiamati krìyà.

Il krìyà-yoga è assai meno diffuso e conosciuto del prànàyàma e della meditazione stessa. Eppure è uno Yoga altamente creativo e appassionante. Strumento delle kriyà può essere il respiro, come avviene nel prànàyàma, ma anche l'immaginazione, come nel rilassamento, e l'abbandono, come nella meditazione. Generalmente una kriyà si serve proprio dell'azione combinata di questi tre strumenti. Il suo scopo è quello di interiorizzare la coscienza. Si capirà come la «danza della coscienza» che viene presentata in questo libro sia a tutti gli effetti una kriyà. Prànàyàma, tecniche di rilassamento e kriyà vengono generalmente assunti quali metodi dello hatha-yoga.

Lo hatha-yoga è lo Yoga che ha conosciuto la maggiore diffusione in Occidente. L'aspetto più evidente dello hatha-yoga è generalmente costituito dagli àsana, le posture fisiche. Noi ci occuperemo di questo aspetto solo per ciò che concerne quelle posizioni del corpo la cui conoscenza è indispensabile per praticare le respirazioni controllate e i processi di rilassamento e di interiorizzazione. La preoccupazione principale di chi scrive non è esporre quante più tecniche possibili dello hatha-yoga, ma è andare alla ricerca del significato nascosto dentro le tecniche. La loro efficacia, infatti, dipende da questo significato in maniera pressoché totale. Questo significato nascosto è, in realtà, così naturale da non poter essere visto se non viene di proposito cercato ripulendo la ragione dalla polvere dei propri artifici. Senza la conoscenza di questo significato, lo hatha-yoga può darci solo le briciole delle proprie possibilità d'azione e di trasformazione.


Lo scopo dello Yoga è, infatti, quello di giungere, attraverso una progressiva evoluzione, alla realizzazione nell'adepto di un «nuovo uomo». Per praticare lo Yoga non è necessario imporsi aprioristicamente determinati costumi o particolari atteggiamenti culturali. È però importante assecondare quei cambiamenti a cui la pratica stessa conduce spontaneamente attraverso il risveglio della coscienza di sé. L'uomo tende a disperdere l'unità dell'essere in un'infinità di particolarismi, di carattere sia temporale che geografico che etnico, immedesimandosi orgogliosamente in una particolare epoca, come in un paese, in una etnia, in una corrente di pensiero, rifiutando tutto ciò che se ne allontana. In questo modo egli perde di vista quell'unità del tutto che lo Yoga porta a recuperare, sfrondando i particolarismi fino a metterne a nudo il nocciolo comune. Attraverso l'unificazione dell'apparente molteplicità della vita, lo Yoga ci porta a scoprire quell'unica verità che ne è fondamento.

«In verità tutta la vita è Yoga» dice Shri Aurobindo. Ed è proprio alla luce dello Yoga di Aurobindo e della Madre, il purna-yoga, lo Yoga integrale e lo Yoga cellulare, che questo libro intende esaminare le tecniche dello hatha-yoga alla ricerca del loro significato profondo. Praticare lo Yoga integrale significa innanzitutto riportare «integralmente» nel vivere quotidiano quelle conquiste spirituali cui si arriva attraverso la pratica degli esercizi; non già un mero ampliamento delle tecniche da eseguire, piuttosto un allargarsi del campo d'azione dello Yoga, il quale non può essere costretto in un'asettica pratica quotidiana, avulsa dalle reali difficoltà della vita.

Lo Yoga Infatti, attraverso le varie tecniche, risveglia una capacità di auto-osservazione che è la chiave di volta dell'evoluzione dell'individuo, in quanto porta a raggiungere la piena coscienza di sé. A poco varrebbe, però, questa possibilità se si fosse pienamente coscienti di sé solo durante la pratica degli esercizi, e si perdesse tale coscienza durante tutto il resto della vita. Vivere lo Yoga nel quotidiano significa esprimere pienamente e liberamente le nostre energie, ottenendo il meglio da noi stessi in modo spontaneo e senza sforzo.

Libri
in Evidenza

1 / 0

FORM

Il team di SCW International è ad un clic.
Facci sapere come possiamo esserti di aiuto.

Accetta la privacy policy

Il tuo carrelo è vuoto

Selene Calloni WIlliams
Selene Calloni WIlliams
Selene Calloni WIlliams

SELENE
CALLONI WILLIAMS